IL GIOCO

//IL GIOCO

Piano Terra

Marcello Marotto
Dammi i tuoi occhi per un secondo

Queste sono le parole che dico sempre a tutte le persone che ritraggo. Inizialmente nei miei viaggi fotografavo il paesaggio, poi mi sono accorto, guardando le persone che incontravo, dei loro occhi…Per me è stato come creare un dialogo, un incrocio di sguardi, un’intesa forte

Ruggero Ruggeri
Voyage
Un progetto, questo, liberamente ispirato al racconto di Italo Calvino “Se una notte d’inverno un viaggiatore” e alle musiche di una cantante austriaca dal nome d’arte Soap&Skin…Quel senso di alienazione e spersonalizzazione, sintomi che a livello sia individuale sia collettivo, sono ormai tipici di una società industriale, consumistica, sono qui rappresentati attraverso una serie di immagini dall’impronta onirica, indefinita e da un bianco e nero dai forti contrasti

Alessio Orrù
Le 3 fotografie che presento fanno parte di un più ampio reportage sulla vita degli animali, tra i quali i famosi cavallini, che popolano l’altopiano della Giara di Gesturi, chiamata in sardo Sa Jara Manna, la grande giara.

Francesco Nigi
Mio padre
è una raccolta immagini, un progetto, qualcosa, su mio padre

Emanuele Giachet
Forte Bravetta
Il Forte Bravetta è stato costruito dal 1877 e durante il periodo fa. Tutte le fotografie sono state stampate artigianalmente da me in carta baritata ai sali d’argento

Primo Piano

Fabio Moscatelli
Qui vive Jeeg
Ho scoperto Torbellamonaca semplicemente vivendoci, ed ormai sono quindici anni, nei quali ho imparato ad amare questo controverso quartiere, troppo spesso al centro dell’attenzione da parte dei media, troppo spesso a sproposito…Io non sono nato qui, ma a TBM ci vivo!

Giuseppe Tangorra


Cristiano Antonini
Metal City
Un giorno mi sono trovato per caso assieme a mio figlio Massimiliano a giocare con le viti e i bulloni della scatola degli attrezzi e lui, come è solito fare con le sue macchinine, ha cominciato a metterle in fila e a classificarle per altezza, fino a realizzare una specie di skyline di una città. E’ così, per caso, che è nata l’idea di provare e replicare, con materiale di ferramenta, gli skyline di diverse città

Marco Andoardi
Bellezza
La BELLEZZA è capace di riempire il cuore, sollevare lo spirito, rendere tangibile la felicità.
Possiamo incontrarla nella natura: un prato fiorito, un bosco vestito con colori autunnali, un tramonto sul mare.

Possiamo incontrarlo nelle opere dell’uomo: una scultura, un dipinto, un’opera architettonica.
Possiamo incontrarlo nell’uomo: gli occhi dell’amata, il sorriso di un bambino, le linee della vita sul viso di un’anziana signora.
Ognuno di noi ha bisogno di bellezza, io l’ho ritrovata in coloro che riempiono la mia vita, i miei FIGLI.

 Roberto Miglietta
“Piccolo racconto di un incontro”
Queste 4 serie di fotografie rappresentano ciascuna un momento preciso di vita insieme a mio figlio dal giorno del nostro primo incontro all’incontro quotidiano delle nostre due vite prima lontane

Mascia Melocchi
NACH ZURICH
Nach Zurich è un progetto che sto seguendo dal 2010.
Sono i miei viaggi da chiasso verso Zurigo e viceversa.
Tento di raccontare il paesaggio svizzero, filtrato dal finestrino del treno e dal mio umore.
Perchè ogni viaggio che faccio a Zurigo è un viaggio tra la mia paura

Giulio Limongelli
“Tempo spazio”
Vivo libero in una gabbia.
Tutto è scandito e misurato con precisione; il tempo, lo spazio.
Mi piace ciò che non è confinato nel suo perimetro:  nel tempo,  nello spazio 

Luigi Conte
Una serata in “fraschetta”

La fraschetta, particolare tipo di osteria,la cui diffusione è limitata principalmente alla zona dei Castelli Romani, nella regione Lazio è sempre stata la naturale conclusione della gita “for de porta” degli abitanti di Roma. Bisognava recarvisi muniti di cibi propri, spesso raccolti in fagotti di canapa, di qui il nomignolo ironico di “fagottari”.

 

 

 

2018-09-16T23:12:12+00:00Set 16th, 2018|Mostre|